Incendi: una preoccupazione comune
Gli incendi hanno un costo altissimo in termini di perdita di vite umane. Circa un terzo degli incendi ha origine all’interno di edifici. In Europa, il numero di morti a causa di un incendio, era di 1 su 100.000 abitanti nel 2003/2004, il che equivaleva a 30.000 morti all’annoCTIF (International Association of Fire and Rescue Service)/Centre of Fire Statistics - Statistica Incendi №. 11, Gugno 2006 - tabella 2a/2b (morti per № di abitanti) e tabella 4a/4b (origine degli incendi)
Origine: ctif.org
. Il Dipartimento Britannico delle Amministrazioni locali afferma che:
la causa di morte più comune accertata durante un incendio è da attribuirsi ai gas e ai fumi e rappresenta il 44% del totale delle morti.Dipartimento per le Comunità ed i Governi Locali (precedentemente ODPM)
Statistiche Incendi, Regno Unito, 2005
Un’altra fonte autorevole, la svedese SRSA (Swedish Rescue Services Agency), in una Relazione riguardante la prevenzione degli Incendi asserisce che: "Nel 1950 il tempo medio di sviluppo di un incendio dall’innesco al suo flashoverIndica la fase dell’incendio durante la quale la miscela di gas infiammabili propaga rapidamente le fiamme. La temperatura media è elevata (circa 1000 °C) e tutti i materiali combustibili bruciano ed alimentano l’incendio. era di 15 minuti. Poi, 25 anni fa, il tempo si ridusse a 5 minuti. Oggi le condizioni fatali si possono verificare solo dopo 3 minuti. Questo cambiamento è avvenuto a causa dell’aumento della presenza e dell’utilizzo di materie plastiche nelle nostre case, nient’altro.SRSA - B. Albinson
Metodi alternativi per ottenere la sicurezza in caso di incendi, 2002
"
Gli incendi hanno, inoltre, un impatto significativo sulla nostra economia. In una recente indagine, la CTIF (International Association of Fire and Rescue Service) ha stimato che:
"il costo economico totale degli incendi, nei Paesi più progrediti, si aggira attorno all’1% del prodotto interno lordoCTIF (Internationale Vereinigung des Feuerwehr- und Rettungswesens)/Centre of Fire Statistics - Statistica Incendi №. 11, Gugno 2006 - tabella 2a/2b (morti per № di abitanti) e tabella 4a/4b (origine degli incendi)
Origine: ctif.org
".
Dati questi presupposti, le uniche possibili conclusioni sono che:
  • la riduzione del fumo e dell’emissione dei gas è necessaria per poter salvare vite umane e per facilitare il lavoro dei soccorritori;
  • il sempre più crescente utilizzo di materiali plastici negli ultimi 50 anni ha avuto risvolti drammatici sui tempi di fuga.
Le Aziende Europee Produttrici di Cavi Elettrici hanno sviluppato una famiglia di cavi, chiamati "Low Fire Hazard" (a bassa emissione di gas e fumi) che uniscono la capacità di non propagare l’incendio e non rilasciare il calore con quella di avere una bassa emissione di fumo e gas tossici. Questi cavi danno più tempo per permettere l’evacuazione degli edifici e facilitano il lavoro delle squadre di soccorso nelle aeree interessate dagli incendi.
I cavi "Low Fire Hazard" migliorano la sicurezza
Riducono la propagazione dell’incendio ed il rilascio di calore

I cavi elettrici possono essere il mezzo di propagazione dell’incendio dal luogo di origine alle stanze adiacenti; il controllo della propagazione dell’incendio lungo i cavi elettrici viene richiesto da anni da vari Regolamenti nazionali proprio al fine di limitare questo pericolo. In termini di composizione dei cavi, ciò significa l’adozione di materiali organici adittivati con "ritardanti di fiamma" o di materiali auto-ritardanti. Le prestazioni di propagazione dei cavi sono misurate non più solamente su di un singolo cavo, ma su un fascio di cavi posti in posizione verticale per simulare le più onerose condizioni di installazione.

Riducono il fumo e le emissioni pericolose

Acidità Acidità: È il parametro che fornisce una valutazione indiretta del potenziale di corrosione delle emissioni del cavo durante la combustione dei suoi materiali, basato sulla misurazione del pH e della conducibilità. Studi hanno dimostrato che "l’acidità" è un importante "indicatore" degli effetti tossici o irritanti, causati dai comuni materiali utilizzati per la fabbricazione del cavo., opacitàOpacità: una delle proprietà ottiche del fumo relativa al rapporto tra l'intensità della luce incidente e l'intensità della luce trasmessa. Il Livello di visibilità di un ambiente in presenza di fumo è determinato dal grado di opacità di quest’ultimo. Un materiale è considerato opaco, quando non consente ad una determinata quantità di luce di passare attraverso di esso. ed un basso livello di densità dei fumi sono criteri fondamentale di elezione dei materiali che, in caso di incendio, faranno si che sia ridotta la presenza di gas pericolosi e sia facilitata la velocità di fuga. È essenziale che la produzione di fumi opachi sia la minore possibile durante l’incendio.

La maggior parte delle morti negli incendi è dovuta alla inalazione di gas nocivi. È vitale ridurre l’esposizione a questi gas per aumentare le possibilità di fuga degli individui.